La natura si ribella

.

LE OPINIONI DI TIZIANO FRATUS SU CAMBIAMENTO CLIMATICO
& GESTIONE DEGLI ALBERI NELLE COMUNITA’ UMANE

Il clima è impazzito. Quante volte lo abbiamo sentito dire, per anni, oramai da decenni. Ad ogni temporale gli alberi che tanto amiamo e desideriamo nelle nostre città cadono, causando danni o mettendo in pericolo la nostra incolumità. Per non parlare delle potature estreme che troppo spesso immiseriscono viali, piazze, alberi storici, giardini, o di interventi discutibili, mossi nel cuore di riserve naturali da interessi personali, piuttosto chetutelando l’integrità del capitale naturale. D’altronde la convivenza non è affatto scontata, e neppure semplice. Ci vogliono nuove pratiche, nuove sensibilità, nuovi accorgimenti.

.

Lo storico cipresso di Villa Bossi a Orta San Giulio, caduto dopo un fortunale.

.

Ecco a seguire un elenco di alcuni interventi che il dendrosofo Tiziano Fratus ha rilasciato su carta o via etere in radio. Buona lettura e buon ascolto.

.

Rai Radio 3
Programma: °Fahrenheit°
Titolo della puntata: I boschi del Sergente non ci sono più
Ospiti: Daniele Zovi e Tiziano Fratus
>>> Ascolta il podcast

Gazzetta di Mantova
Un intervento di Tiziano Fratus
Titolo della puntata: Clima e poca manutenzione: così perdiamo le piante
In città caduti o tagliati cento alberi. Un vittima nei giorni di maltempo. Lo scrittore
Tiziano Fratus racconta «il fastidio di non essere cresciuti in un vero bosco»

>>> Leggi l’intervento

Rai Radio 3
Programma: °Tutta la città ne parla°
Titolo della puntata: Cambiamenti climatici
Ospiti: Luca Mercalli, Tiziano Fratus, Carlo Carraro e altri autori
>>> Ascolta il podcast

La Stampa
Settimanale Origami (n°149)
Titolo del pezzo: Meno fustaie, più cedui. Così cambieranno i boschi
Occasione: dopo il Ciclone Vaia che ha devastato le regioni del Nord-Est
>>> Leggi l’articolo

Il Tirreno
Intervista a cura di Mario Neri
Titolo della puntata: Boschi delle meraviglie in Toscana, parla lo scrittore: «Pure noi siamo radici di spirito»
Occasione: il nuovo elenco degli Alberi Monumentali della Regione Toscana – La sicurezza è spesso un falso problema, una scusa per abbattere le piante invece di provare a coabitarci
>>> Leggi l’intervista

La Stampa
Rubrica Il cercatore di alberi (22 novembre 2013)
Titolo del pezzo: Dopo 300 anni, il cipresso soccombe al clima impazzito
Occasione: abbattuto uno dei simboli arborei del Lago d’Orta
>>> Leggi l’articolo

La Stampa
Rubrica Il cercatore di alberi (10 aprile 2015)
Potare è umano perseverare è diabolico
Occasione: le recenti potature ai Giardini Reale di Torino
>>> Leggi l’articolo

.