Quinto Umanesimo

UNA TEORIA INTERPRETATIVA DEL CONTEMPORANEO

«Nella solitudine essi [i greci] sono giunti a dei sentimenti supremi nudi di immagini e razionalità, e talmente lontani dai sentimenti e dalle idee comuni dell’umanità che essi neppure saprebbero tradurli in parole, e quand’anche vi riuscissero, mai li renderebbero accessibili all’intelligenza umana», così scriveva lo studioso Giorgio Colli [1917-1979]. Solitudine, pensiero, speculazione, meditazione, distanza: semi portanti di una nuova teoria proposta per leggere il contemporaneo, una interpretazione che muove dal “complesso dell’eremita”, un approccio alla realtà che unisce invero non pochi pensatori del secolo che ci ha partorito e degli autori dei nostri stessi giorni, ossia una visione singolare, remota, della realtà, accomunando Nietzsche e Cioran, Emo e Zhuang-zi e quanti altri.

https://homoradixnew.wordpress.com/quinto-umanesimo/

Lascia un commento e avrai una foglia in regalo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Fornito da WordPress.com.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: