Poesie creaturali ~ Anthology

.

POESIE CREATURALI
Un bosco in versi

Editore: Libreria della Natura
Collana: Hortus | Pagine: 266 | Prezzo: € 18,oo
ISBN: 9788894412604
I edizione: gennaio 2019
I ristampa: marzo 2019

Testo in quarta di copertina – La poesia è quasi una preghiera. Come scriveva la teologa ed eremita Adriana Zarri la vera preghiera è «quel nostro silenzio stupefatto» ed è proprio da questo silenzio stupefatto che nascono le liriche meditative di Tiziano Fratus, Poesie creaturali, ovvero composizioni selvatiche, animate, agitanti, che non ne vogliono sapere di smettere di crescere. La musa prima di Fratus, per così dire la sua “prima radice”, è la natura, sono i boschi, gli alberi, che qui vengono scandagliati a fondo, sfiorando la dimensione dell’atomo e rinnovando la visita a quel continente “compreso fra la carta e la corteccia” di cui spesso l’autore parla in pubblico. Ma la scrittura non si esaurisce nella contemplazione: genera altri filoni, altre vene, alimenta una costellazione di esistenze composta di voci, corpi, anime, incontri, visioni, tutto un mondo scritto, poiché una poesia “ben temperata” indaga la distanza, il margine che esiste fra la condizione dell’animale e l’essere umano che si diventa e si perfeziona nel comporsi del tempo. Poesie creaturali si offre al lettore secondo uno stile personale, “a geometria foliare”, una maniera armoniosa di disegnare lo spazio destinato ai quadri che compongono un vero e proprio “bosco in versi” miniato. Il volume è arricchito da interventi dei filosofi Leonardo Caffo e Susanna Mati e della poetessa Franca Alaimo.

Tiziano Fratus (Bergamo, 1975) ha pubblicato opere dedicate ad un rapporto intimo con la natura e il paesaggio per alcuni dei maggiori editori italiani. La sua poesia invece è stata tradotta in dieci lingue e pubblicata in volume o rivista in diciassette paesi. Poesie creaturali abbraccia vent’anni di scrittura in versi e viene pubblicato dalla Libreria della Natura di Milano; la selezione di testi è suddivisa in quindici case, disciplinata in due lune o libri: la prima parte, Le inconsolabili, scandaglia i confini del termine “amore”, la seconda parte, Compilazione per anime floribunde, indaga i sentieri delle distinte “nature”.

.

MATERIALI

>>> Poesie creaturali – Copertina del volume
>>> Poesie creaturali – Quarta di copertina
>>> Poesie creaturali – Indice del volume
>>> Introduzione sonora all’opera [durata 11.40 min.]
>>> Libreria della Natura – Scheda dell’editore libreria a Milano
>>> La poesia della natura, ovvero la filosofia – Introduzione di Leonardo Caffo
>>> Vivere e morire sono miracoli di ampiezza – Una lettura di Franca Alaimo
>>> Nelle radici viventi del tempo – Anticipazione di Susanna Mati – °Il Manifesto°
>>> Io un homoradix che ha attecchito nelle librerie – Intervista a °La Repubblica°
>>> Intervista a Radio Popolare, programma °Sulla via° – Storie creaturali
>>> Un bosco in versi – Tre poesie su °Rai Poesia° di Luigia Sorrentino
>>> La terra ha le sue vociPoesie creaturali a °Uomini e profeti°, Rai Radio 3
>>> Incontri: Tiziano Fratus. Il selvaggio movimento vegetale – °L’Adige°
>>> Il saggio Di una natura che ogni tanto ci spaventa – °L’Adige°
>>> Segnalazione nella rubrica Da leggere – Mensile °Gardenia°
>>> L’universo poetico di un Uomo Radice – Alla Libreria Arcadia di Rovereto
>>> Il poeta degli alberi – °Buongiorno Natura. La rivista del mondo alpino°
>>> Poesie creaturali e Tiziano Fratus alla Casa della Poesia di Monza
>>> Poesie creaturali e Tiziano Fratus alla Libreria Quintiliano di Bari
>>> Poesie creaturali e Tiziano Fratus al Festival Parolario di Como
>>> Poesie creaturali e Tiziano Fratus alla Piccola Libreria di Levico Terme
>>> Poesie creaturali e Tiziano Fratus ospiti di Prospero a Palermo
>>> Poesie creaturali e Tiziano Fratus al Salone del libro di Torino
>>> Poesie creaturali e Tiziano Fratus a Walden in Milano
>>> Poesie creaturali e Tiziano Fratus alla Libreria Trebisonda di Torino
>>> Poesie creaturali e Tiziano Fratus a Belluno – Bellunopress Dolomiti
>>> Poesie creaturali e Tiziano Fratus alla 60° Fiera dei Librai di Bergamo
>>> Poesie creaturali e Tiziano Fratus al Festival Pinerolo Poesia 2019
>>> Poesie creaturali e Tiziano Fratus al Festival della Disperazione di Andria
>>> Poesie creaturali e Tiziano Fratus alla Tre giorni per il giardino di Masino
>>> Poesie creaturali – BookBlog Giovani Letture, Salone del Libro di Torino
>>> Conversazione con Davide Sapienza – Corriere della Sera, pagine di Bergamo
>>> Per vivere finalmente senza orpelli – Un testo di Matteo Fantuzzi
>>> La poesia al festival. Fra le voci Tiziano Fratus – Mantova Festivaletteratura
>>> Poesie creaturali tra i consigli per l’estate 2019 – Indielibri
>>> Tiziano Fratus, poeta e cercatore d’alberi – Trentino Cultura
>>> Tiziano Fratus, festeggia 20 anni di poesia – Santalessandro
>>> Arborgrammaticus e Poesie creaturali al Festival ParoLario 2019
>>> Asciugare la casa – Una poesia creaturale inedita
>>> Le tatuate di Avignone – Una poesia creaturale fuori testo
>>> La protesta dei venti – Una poesia creaturale per lo Sciopero per il Clima
>>> Definizione di bianco lepre – °Panorama°, rubrica Di Versi, 5 aprile 2018
>>> Accademia dei padri – La casa integrale su °Poesia del nostro tempo°
>>> I duttili versi spirituali di Fratus svelano il mistero dell’esistenza – °La Sicilia°
>>> Poesie di una nonmadre, da Poesie creaturali – Versante ripido
>>> Il cane dei padri – Una poesia creaturale su °Iris News°
>>> Domus respirandi. La stanza delle consegne – Date e dettagli

.

.

CRITICHE E COMMENTI

Francesca Bolino – La Repubblica
«Chi apre questo libro rischia grosso: dai piedi putrebbero spuntare radici, dalle mani fronde di carpino o corbezzolo. Suona come un avvertimento. E in un certo senso lo è. Sono i versi di una delle poesie che compongono l’ultimo lavoro di Tiziano Fratus, Poesie creaturali (appena uscito per le edizioni Libreria della Natura). Chi ha frequentato i libri di Fratus o ha preso parte ai suoi interventi, sa di trovarsi di fronte a un uomo che ha fatto della natura la sua cifra. E lo ha fatto in modo autentico, viscerale, mettendoci dentro verità, sofferenza, silenzio»

Armando Buonaiuto – Rai Radio 3, Uomini e profeti
«Poesie creaturali si intitola la sua ultima raccolta di poesie. Il sentimento creaturale effettivamente è quello che prova la creatura nei confronti del divino o di chi l’ha creato. E’ un sentimento misto, è un sentimento di amore, è un sentimento di tenerezza, un sentimento di appartenenza, è anche un vagheggiare. Questa raccolta, a me spiace che siamo in radio perché non la si può mostrare, ha una veste grafica molto bella, ma soprattutto ogni poesia è composta a disegnare dei profili di foglia. Ed è interessante perchè ogni poesia offre una diversa traccia vegetale che sorge da queste possiblità combinatorie infinite della parola […] La natura è sicuramente la sua musa, supporta la sua poesia. Ma con una bella circolarità in questo libro lei disegna anche un erbario di carta, dà vita a qualcosa che è tanto natura quanto inchiostro […] C’è un doppio movimento in questo sguardo: c’è una vicinanza estrema, davvero tattile agli elementi, come fosse una sorta di zummata nei confronti di ciò che è piccolo, e di contro c’è la resa di una vastità panoramica dello spazio intorno a noi. C’è tanto l’elemento minuto, in questa osservazione della natura che lei fa attraverso la poesia, quanto un elemento più vasto, quanto il cosmo»

Silvia Righi – Festivaletteratura di Mantova
«Tra i numerosissimi eventi che si alterneranno a Festivaletteratura ci saranno anche alcuni poeti in veste di narratori […] E poi Tiziano Fratus (Abbraccia tuo padre che è una foresta, accento), poeta che mette al centro dei suoi versi la natura in tutte le sue forme e le domande che essa pone agli uomini»

Mauro Garofalo – La Stampa, I racconti del bosco
«Le poesie di Fratus hanno una forma che ricorda gli alberi, scritte in modo da formare tronco e figura, quasi un altro °Arboreto selvatico°, le storie del poeta sono conficcate nel terreno della propria storia personale, dove il tronco degli uomini sconta le radici del Tempo, e le foglie restano al vento nell’autunno del presente […] Gli alberi per Fratus divengono luogo e fonte di memoria, appartengono non solo al mondo in sé, che non esiste, ma di più a ciò che ci compete e forma, la Natura come mappa di sé, geografia di ciò che siamo, ogni bosco è memoria e vicinanza»

Alberto Pugnetti – Radio Popolare, Sulla Via
«Abbiamo parlato di natura, di cammini, di mondi e di strade. Chi meglio di un poeta, di uno scrittore come Tiziano Fratus per raccontarci di Poesie creaturali, che è appena appena uscito. Anzi, abbiamo avuta la fortuna di aver colto la consegna della prima copia […]  Questa è una raccolta di vita»

Gardenia – Rubrica Da Leggere
«Tiziano Fratus, prolifico e apprezzato cantore degli alberi e della natura, presenta una raccolta di poesie in cui la bellezza del mondo vegetale diventa quasi una preghiera. Le chiama poesie creaturali perché selvatiche, animate, dove perfino i versi sono impaginati a sembrare foglie e gemme»

Davide Sapienza – Corriere della Sera
«L’occasione di incontrare Tiziano Fratus nel centro della sua espressione la offre la Fiera dei Livrai domenica alle 17 in Poetry, the dark side of the Nature, incontro condotto da Sabrina Penteriani, Poesie creaturali (Libreria della natura)»

Patrizia Niccolini – L’Adige
«E’ la chiara immagine del regno vegetale, mondo in perenne movimento, poco docile e selvaggio ma anche vitale e fecondo […] Tiziano Fratus narra in molteplici forme da anni il dialogo intimo che coltiva con la natura, un colloquio fatto di soste consolanti che aprono alla riconciliazione fra l’umano e la terra, aprendosi lui stesso la via di innesto di nuove architetture interiori con un’impronta che lascia un segno unico e inconfondibile. Ora restituisce quanto ascoltato in Poesie creaturali, opera matura che raccoglie vent’anni di dedizione alla poesia […] In questa ultima produzione le parole poetiche sono vere e proprie creature, liriche meditative che anche visivamente hanno un loro dinamismo vitale […] Tale disposizione evoca il contatto profondo, corporeo e spirituale con la natura e genera una parola tridimensionale: foresta-chiesa-casa»

Benedetta de Falco – I Pollici Verdi di Scampia e Premio GreenCare
«La cura di ogni giorno. C’è sempre un libro di poesie nella mia vita. Da quando ero adolescente ad oggi. Sono tanti i poeti nella mia libreria. Però oggi so che a me piacciono i “terrestri” di più. Quando sento palpitare in loro la vita, la terra, il sangue, la linfa… tutto comincia dalle radici… poi vennero le foglie con i fiori… il cerchio bellissimo nel quale voglio esserci»

Mauro Querci – Panorama
«E’ lo scrittore italiano che racconta più da vicino la natura»

La Provincia
«Non manca mai, a Parolario, uno spazio dedicato alla poesia. Uno spazio ampio, perché tra i meriti di questa manifestazione c’è anche quello di aver dimostrato che i poeti, come i filosofi, hanno un pubblico, appassionato e dedicato. Quindi l’inaugurazione, giovedì 20 alle 17 a Villa Olmo è affidata a Tiziano Fratus con la mostra Arborgrammaticus e il reading Poesie creaturali – Un bosco in versi, introdotto da Pietro Berra, curatore della sezione di poesia»

Giorgia Garberoglio – Salone Off di Torino
«Il sole ha accompagnato le parole, scivolando sui volti, fermando gli ascolti, sottolineando applausi e sorrisi. La poesia, quando è Poesia, si fa tempo. In un giardino fiorito, curato da signore che si raccontano tra parole e verde, ascoltando Tiziano Fratus e la lettura delle sue Poesie Creaturali, ho ricordato cosa cerco tra le parole: significato. Per me è un salone particolare, che si ferma a questo incontro, per una serie di situazioni. Sono felice sia stato così, straordinario. E tra foglie, sentimenti e Poesia»

Festival della Disperazione 2019
«Manca una settimana alla terza edizione del Festival della Disperazione. Intanto, sono terminati i posti per Cave Inferos! Coloro che sono riusciti ad accaparrarsi un posto per domenica 19 avranno la fortuna di ascoltare un poeta meraviglioso come Tiziano Fratus. La poesia di Tiziano Fratus non immerge lo spirito dell’uomo in una natura da cartolina, benevola, forzatamente accogliente. Gli elementi e i grandi mutamenti celesti ci ignorano, gli alberi non ci percepiscono, gli animali mettono distanza, per non parlare dell’incapacità di comunicazione, fra individuo e individuo. Poesie del castigo è un oratorio di poesie e meditazioni dedicate alla “potenza creativa” della disperazione»

Fabrizio Raccis – Indielibri
«In questa nuova raccolta poetica davvero molto corposa con ben 266 pagine, è riuscito a dare vita a delle vere e proprie creature editando i suoi versi in maniera eccezionale, alcune poesie prendo la forma delle foglie, altre di vasi o profili animaleschi che rispecchiano i temi della natura, altre ricordano la forma di un missile, e proprio contro la guerra il poeta scrive “La storia che si legge nei libri non basta mai”. Una poesia piacevole e ricca di spunti interessanti che risulta un vero tocca sana sia per gli occhi, che per l’intelletto!»

Susanna Mati – Dalla Postfazione
«Attraverso una grandiosa e solitaria Wanderung fisica, poetica e filosofica, Tiziano Fratus sta elaborando da molti anni uno straordinario lavoro interiore di riavvicinamento e riscoperta del regno naturale»

Leonardo Caffo – Dalla Prefazione
«Il libro di Tiziano Fratus, amico fraterno e compagno di viaggio, che stringete tra le mani, è un tentativo di mostrare ciò che non si può dire: il senso del mondo che, nel suo caso, si chiama “natura”. È così a partire dalla “forma” delle sue poesie, ovviamente anche dai suoi contenuti, in sostanza dalla possibilità di raccontare lo spazio enorme che la filosofia come linguaggio scientifico lascia irrisolto: la vita»

Franca Alaimo – Dal saggio Vivere e morire sono miracoli di ampiezza
«Poesia della legge suprema del divenire, del passaggio da uno stato di natura a un altro, dell’instabilità delle forme tutte, ma accettata senza angoscia, quasi con gaio abbandono, sapendo che non c’è più grande devozione di quella della vita alla vita, questo rinascere inesausto»

Luca Rota – Uno che scrive
«Dato che lo scorso 21 marzo è stata celebrata la Giornata Mondiale della Poesia, e siccome ho apertamente dichiarato cosa penso, personalmente, di tali celebrazioni, ora dico anche che, ad esempio, un libro come Poesie Creaturali di Tiziano Fratus è di quelli che consente di celebrare sempre la poesia, come dovrebbe essere a prescindere da qualsiasi “Giornata”. Perché la poesia è l’arte letteraria assoluta per eccellenza, dunque non può confinarsi in limiti di tempo o di spazio (che non sia quello, ovviamente funzionale, della pagina e del libro), e perché quelle di Fratus sono “composizioni selvatiche, animate, agitanti, che non ne vogliono sapere di smettere di crescere“. Superando ogni limite di spazio e di tempo, appunto»

Matilde Manca (Liceo scientifico Copernico) – BookBlog
«Un bosco in versi è la sintesi perfetta di un equilibrio naturale e stupefacente che racchiude parole, emozioni e la meraviglia di uno spettatore davanti alla bellezza ideale di un paesaggio»

Silvia Rosa – Poesia del nostro tempo
«Oggi su #Poesiadelnostrotempo presento una selezione di testi tratti dal bellissimo libro di Tiziano Fratus, Poesie creaturali: Un bosco in versi (Libreria della Natura, 2019): lettura consigliata!»

Chiara De Luca – Iris News
«Bellissimo Poesie creaturali»

Roberto Deidier – Ailanto
«Forse il più legato al concetto di paesaggio fra i poeti italiani»

Anna Molinari – Buongiorno Natura
«Fratus è un amante e un conoscitore dei boschi, un punto di vista inusuale sulla natura che ieri ha condiviso con il pubblico della libreria Arcadia di Rovereto, dove ha presentato il suo ultimo libro, Poesie creaturali. Un bosco in versi. Con la voce suadente di chi è abituato alla culla dei versi senza però astrarsi dalle correnti del mondo, Tiziano Fratus si è misurato fin dall’inizio dell’incontro con il mondo che accade intorno: a partire dalle manifestazioni per il clima di #fridaysforfuture, che alimentano speranza per un mondo responsabile in mano alle nuove generazioni, trascinando con sé anche chi questo mondo glielo sta lasciando, più ammaccato di quanto meritino. E non solo le voci dei giovani, ma anche la natura si fa sentire in maniera più prepotente: una poesia nasce anche così, da pensieri che si annodano in una notte di vento insonne prima di un viaggio […] Ecco allora quelle “poesie creaturali”, le sue riflessioni si caratterizzano per lo stile intimo, quello che “speri le persone amino come lo ami tu” […] Un libro di poesie anche graficamente disegnate come soffi, come semi. È diviso in 15 case e ogni casa ha un tema portante: non c’è solo la natura, che pure connota Fratus come autore, ma ci sono versi che parlano dei genitori, d’amore: semplici, a tratti onirici, discorsivi e forse nemmeno speciali, come in fondo la vita»

Matteo Fantuzzi – Da uno scritto sul percorso di Tiziano Fratus
«Il lavoro complessivo di Tiziano Fratus rappresenta un unicum garantendone una immediata riconoscibilità in un panorama purtroppo sempre più incline alle tendenze e all’omologazione»

Ezio Franceschini – Bellunopress
«Lontano da stereotipi poetici di ispirazione religiosa, nonostante il titolo, Poesie creaturali, contiene nelle sue pagine uno spirito meditativo che dalla Natura, la prima musa-radice di Fratus, si espande oltre la contemplazione generando una poesia “moderna” e attuale che coinvolge la condizione dell’essere umano, il suo rapportarsi con il mondo, la socialità, l’amore e che misura il margine e la distanza dagli animali nel sentirsi egli stesso paesaggio: una costellazione di esistenze composta da voci, corpi, anime, incontri e visioni. Una raccolta di poesie che si offre al lettore, secondo uno stile personale, a “geometria foliare” (ricordando così la poesia visiva), una maniera armoniosa di disegnare lo spazio destinato ai quadri che compongono quel “bosco in versi” che affianca il titolo del libro. A dirla con Leonardo Caffo “il libro di Fratus è un tentativo di mostrare ciò che non si può dire, cioè il senso del mondo che, nel suo caso, si chiama Natura”»

M. V., Cultura e Spettacoli – Il Trentino
«Proprio nel giorno dello Sciopero Mondiale per il Futuro, una richiesta globale ai Governi di agire per fermare i mutamenti climatici, prima che sia troppo tardi, assume significato simbolico la presenza di Tiziano Fratus alla Libreria Arcadia a Rovereto. Scrittore, poeta, fotografo, cercatore di alberi, nonché “dendrosofo”, propone con i suoi libri dei viaggi inediti, puramente emozionali, alla ricerca di alberi. Il dato scientifico, unito al rigore nell’annotazione di misure di radici, ampiezze di chiome e altezze, si scalda grazie al tono lirico che vi è sotteso e che diventa cifra personalissima della sua anima, come è evidente nella sua ultima raccolta di versi, Poesie creaturali (Libreria della Natura), poesie “visive in forma di natura”»

Grazia Calanna – La Sicilia
«Versi spirituali, duttili come l’acqua, accolgono la forma che li accoglie […] Fratus ci conduce dentro la congiunzione ininterrotta dell’amore prodigato dal creato, verso l’attimo che svela il mistero dell’esistenza»

Visit Valsugana Lagorai
«Le serre del Parco delle terme di Levico aprono per l’ incontro-reading Canto minato di foglie e creature con Tiziano Fratus e le sue recenti liriche meditative raccolte in Poesie creaturali»

Cristina Da Rold – Dopo la presentazione a Belluno
«Bellissima serata (e post serata!) persi nella poesia naturale con Tiziano Fratus… Leggete le sue nuove Poesie creaturali, che se posso permettermi l’ardire, hanno lo stesso profumo delle Odi Elementari di quell’altro famoso…»

Francesca Giulia Menozzi – Libreria Virginia & Co.
«La poesia della natura, un silenzio stupefatto dal quale fioriscono liriche selvatiche che non vogliono smettere di crescere»

Nicoletta Redolfi – RoveKnews
«Fratus è noto per il suo concetto di Uomo radice, da intendersi in senso estetico, spirituale oltre che naturalistico ha raccontato del suo incontro con le sequoie, della meditazione in natura fronte lago o nei boschi. Ha raccontato anche della sua singolare esperienza rubata al teatro del Domus respirandi, confronto di qualche decina di minuti tra lui e pochissimi lettori, solitamente due/tre, in condivisione stretta con le sue opere, di cui sperimenta immediatamente la ricezione in un luogo e clima meditativo. Ma la natura, resa anche con la composizione grafica delle poesie, non è il solo argomento di questa raccolta, come ha affermato Fratus, si parla anche di amore, di madre e di padre, anzi, di nonmadre. Un libro tutto da scoprire e da vivere»

Sabrina Penteriani – Santalessandro (Settimanale online della Diocesi di Bergamo)
«Vent’anni di poesia: è un traguardo importante quello che lo scrittore bergamasco Tiziano Fratus festeggia oggi (domenica 5 maggio) alle 17 nella sala lettura della Fiera dei Librai. Fratus è poeta, cercatore d’alberi, fotografo, “dendrosofo”, studioso appassionato che trae conoscenza e ispirazione da diverse discipline, dalla botanica alla letteratura, dagli studi forestali all’antropologia. Si definisce Homo Radix, uomo radice, ma è anche un cantastorie errante […] Durante l’incontro, che ha come filo conduttore Poetry, the dark side of the nature, presenterà alcuni testi tratti dal volume Poesie creaturali (Libreria della Natura), in cui vibrano emozioni, sentimenti, meditazioni in cui tra rondini, semi, rami e foglie vibrano i silenzi e gli affanni quotidiani. I versi seguono percorsi, spazi interiori, forme armoniose che ricalcano, anche nella disposizione della pagina, elementi della natura. “Hai sentito la pioggia che cade? Le foglie diventano sorde, in queste ore. Temono che la forza di gravità le uccida in un segno”: il cielo, il tempo, gli alberi, i fiori e le stagioni diventano punti di partenza per immergersi nella solitudine della parola, per scavare nell’anima, e generare un disegno diverso del mondo, con la consapevolezza che “tutti e tutto lasciano un seme che arboresce: le persone vive e i morti, i libri e i ricordi, le cose e i luoghi”. Ogni poesia è come un quadro, un racconto, una paziente architettura di immagini, che offre sensazioni e traiettorie diverse da seguire a ogni lettura»

Elisa Bignotto
«Non è un semplice libro, è un contenitore di emozioni e una volta aperto cattura l’anima»

Fabrizio Racis
«Ogni poesia di questo libro è una creatura che ti avvicina alla natura, delicatamente, ad agio, non puoi astenerti dalla contaminazione di “poesie creaturali” di Tiziano Fratus»

Appuntamenti – Trentino Cultura
«Tiziano Fratus, cercatore d’alberi impareggiabile, formulatore di una vera “dendrosofia”, racconta di sé, di alberi e Boschi e delle sue poesie creaturali: poesie visive ”a geometria fogliare”, appena pubblicate da Libreria Della Natura»

.

.

NEWS

Una recensione con intervista è uscita sul quotidiano La Sicilia, a cura di Grazia Calanna: I duttili versi spirituali di Fratus svelano il mistero dell’esistenza. Buona lettura.
https://homoradixnew.files.wordpress.com/2019/07/poesiecreaturali_lasicilia_28luglio2019.jpg

Questa estate cinque occasioni di incontro con la poesia di Tiziano Fratus in giro per l’Italia: alla Scuola di Educazione Narrativa (Avigliana – TO, 26 luglio), al Festival A.R.M.O.N.I.A. nelle foreste (Canzo – CO, 27 luglio), il 24 agosto a Borgo Tossignano (BO), quindi al Festival dell’Autobiografia (Anghiari – AR, 30 agosto) e al Poesia Festival (Zocca – MO, 22 settembre). Per maggiori dettagli si vedano i singoli appuntamenti nella sezione Incontri con i lettori.

I versi di Poesie creaturali hanno accompagnato l’inaugurazione delle personali fotografiche di Tiziano Fratus: il 30 maggio a Milano alla Galleria Salamon Fine Art per l’inaugurazione di Arborgrammaticus, replica a Como, presso Villa Olmo, il 20 giugno 2019. Inoltre, nuova puntata di Domus respirandi – La stanza delle consegne al Convento dei Frati Cappuccini di Monterosso al Mare, nelle splendide Cinque Terre liguri, sabato 15 giugno.
http://www.photoweekmilano.it/arborgrammaticus-5/
https://www.conventomonterosso.it/images/testi-pdf/locandina_15-16_giugno_2019.pdf

Poesie creaturali torna in Puglia. L’oratorio dal titolo Poesie del castigo sarà ospite del Festival della Disperazione di Andria domenica 19 maggio. Trekking di cinque chilometri e reading presso le cave di bauxite della Murgia.
https://festivaldelladisperazione.it/extra/trekking.html
https://festivaldelladisperazione.it/extra/fratus.html

Due occasioni di incontro coi lettori per Poesie creaturali al Salone del Libro di Torino: giovedì 9 maggio al Giardino dell’ex Circoscrizione 8 di Torino (ore 17) e giovedì 16 maggio alla Libreria Volare di Pinerolo (ore 18).
https://www.salonelibro.it/index.php?option=com_programma&view=search&Itemid=133&Giorno=&Percorso=&Sala=&Programma=&search=Tiziano+Fratus&invia=invia

Domenica 5 maggio Tiziano Fratus torna alla Fiera dei Librai di Bergamo e presenta Poesie creaturali (ore 17) con la giornalista Sabrina Penteriani (L’eco di Bergamo). Per l’occasione Davide Sapienza ha posto all’autore tre domande per le pagine locali del Corriere della Sera. Buona lettura.
https://bergamo.corriere.it/notizie/cultura-e-spettacoli/19_maggio_01/tiziano-fratus-viaggio-giona-sequoie-9826de9c-6c2d-11e9-b9a1-817a86aa5964.shtml

Seconda mini tournée di letture e presentazioni: a partire dai primi di maggio a settembre Poesie creaturali incontra i lettori a Masino (TO), Bergamo, Andria (BAT), Torino, Lugo (RA), Pinerolo (TO), Milano, Verona, Sarzana (SP), Monterosso al Mare (SP), Como, Castel di Lama (AP), Borgo Tossignano (BO), Anghiari (AR), Roppolo (BI), Zocca (MO), Pavia e altre località. Visita la pagina Calendario/Appuntamenti per gli aggiornamenti.

La casa Accademia dei padri, composta di sette poesie, è stata pubblicata sul blog °Poesia del nostro tempo°. Si ringrazia accoratamente Silvia Rosa per la sua attenzione e gentilezza.
https://poesiadelnostrotempo.it/poesie-creaturali-di-tiziano-fratus/

Giornata mondiale della Poesia 2019, due appuntamenti con Poesie creaturali: 21 marzo a Milano a Walden con Leonardo Caffo, il 22 marzo a Torino alla Libreria Trebisonda con Valentino Fossati.

Poesie creaturali è fra le migliori raccolte di poesie pubblicate negli ultimi mesi, secondo il parere dei grandi lettori che hanno votato per la Classifica di qualità de °L’indiscreto°. Ne siamo molto lieti e grati.
https://www.indiscreto.org/classifica-di-qualita-febbraio-2019/

La rivista °Circulo de Poesia° di Puebla, in Messico, ha pubblicato in originale e in traduzione cinque componimenti da Poesie creaturali. Traduzione a cura della poetessa Marisa Martinez Pérsico che si ringrazia di cuore. Elenco delle poesie: Fosiles | Fossili, Decias que Hegel siempre tiene razon | Dicevi che Hegel ha sempre ragione, Un poco de tierra en el fondo de los bolsillos | Una porzione di terra in fondo alle tasche, Diario de una rana pescadora | Diario d’una rana pescatrice, Escena de mujer con leche | Scena di donna con latte. Buona lettura
https://circulodepoesia.com/2019/03/poesia-italiana-tiziano-fratus/

Poesie creaturali va in ristampa! Si ringraziano tutti coloro che lo hanno acquistato e\o se ne sono interessati. Librai, giornalisti, poeti, scrittori, lettori appassionati, nonché l’editore. Leggete la buona poesia italiana!

Poesie creaturali è tornata on the air a rai radio 3, ospite del programma °Uomini e profeti°. Buon ascolto

Una piccola tournée di letture e presentazioni: Poesie creaturali incontra i lettori a Milano, Cherasco (CN), Settimo Vittone (TO), Belluno, Firenze, Rovereto (TN), Levico Terme (TN), nuovamente Milano, Torino, Bari, Palermo.

Una lunga intervista è apparsa sul quotidiano °La Repubblica°, nelle pagine di Torino. Titolo: Tiziano Fratus, scrittore. Io, un homo radix che ha attecchito nelle librerie, a cura di Francesca Bolino, che si ringrazia, unitamente a Leonardo Bizzarro. Scarica il file e buona lettura | Leggilo sul sito del quotidiano

Lunedì 28 gennaio, alle 10.30, va in onda su Radio Popolare la nuova puntata del programma °Sulla via°, condotto da Fiorella Pierobon, Alberto Pugnetti e Alberto Rossetti. Fra gli ospiti Tiziano Fratus che parlerà del nuovo libro, Poesie creaturali. Buon ascolto
https://bbb.radiopopolare.it/trasmissione/sulla-via-2/

E’ possibile acquistare il volume sui portali Ibs, La Feltrinelli, Amazon, Mondadori Store, Librerie Ubik, Rizzoli Libri, Libreria universitaria, Giunti al Punto, Libreria Hoepli, con uno sconto applicato del 10 o del 15% sul prezzo di copertina. Le librerie e le manifestazioni interessate ad avere il titolo e/o ad ospitarne la presentazione possono richiederlo ai distributori Unicopli (http://www.unicopli.it/contatti/) e Fastbook (https://www.fastbookspa.it/), oppure direttamente alla Libreria della Natura (www.libreriadellanatura.com).

La prima presentazione del volume si è svolta con successo giovedì 17 gennaio, presso la Libreria della Natura di Milano. Si ringraziano tutti gli intervenuti.

Anticipazione su °Il Manifesto°: Nelle radici viventi del tempo, la postfazione della filosofa Susanna Mati al volume Poesie creaturali (Libreria della Natura): «Attraverso una grandiosa e solitaria Wanderung fisica, poetica e filosofica, Tiziano Fratus sta elaborando da molti anni uno straordinario lavoro interiore di riavvicinamento e riscoperta del regno naturale, inteso quale incrociarsi di dis-identità, di pensieri inattuali tuttora impensati e di vie di fuga esistenziali, posti al crocevia del tempo». Buona lettura
https://ilmanifesto.it/nelle-radici-viventi-del-tempo/

Sono disponibili quattro booktrailer dedicati a Poesie creaturali: il primo s’intitola Esercizio di cartificazione e dura 1 min. e 58 sec., il secondo La poesia è una preghiera e dura 2 min. 53 sec, il terzo L’invisibile e dura 4 min. e 58 sec, il quarto Ad un misterioso lettore e dura 4 min. e 10 sec. Buona visione! https://studiohomoradix.com/booktrailer/

Tiziano Fratus e il compositore Fabio Battistetti collaboreranno per realizzare un’opera poetico-sonora che sarà eseguita in anteprima-studio a Milano. Titolo: La volpe che rubava parole dalla bocca del Buddha – Oratorio poetico di voci e suoni. Foresta di parole Tiziano Fratus, foresta di suoni Fabio Battistelli. A breve maggiori dettagli.

Alcune poesie creaturali sono state accolte in recenti pubblicazioni: Autoritratto di paesaggio con gelso e L’ultima foresta sono pubblicate in un intervento più ampio dal titolo La foresta che ci abita, nel volume Il capitale naturale in Italia, edito da Edizioni Ambiente col supporto della Banca Mondiale, nonché tradotte in lingua inglese per l’edizione internazionale del medesimo volume, Natural Capital in Italy; le composizioni L’ultima foresta, Diario terrestre, La fine, il principio, Canto miniato dei semi e delle foglie, Pastorale, Ad un misterioso lettore che ancora deve nascere e Pietra-Sacralità, indicate come “poesie-meditazioni in forma di alberi”, sono incluse nell’antologia Residenze & Residenze Creative, a cura di Tiziana Colusso, edita da Luoghi Interiori. Infine, la poesia Invernare è parte di un intervento dal titolo Meditare, medicare che è in corso di pubblicazione nel volume Piccolo dizionario della cura, Ugo Mursia Editore.

E’ stata pubblicata una delle più apprezzate poesie di Tiziano Fratus, Accurare, in cinquantacinque copie firmate e numerate, per la stamperia artigianale °Il ragazzo innocuo° di Milano, con acquaforte e con due xilografie, di cui una numerata, opere di Luciano Ragozzino. https://www.ilragazzoinnocuo.it/

Sabato 20 ottobre si è svolto con successo l’ultimo appuntamento del 2018 di Domus respirandi – La stanza delle consegne, nell’incantevole scenario di Villa Mirabello, al Parco di Villa Reale in Monza. Si ringraziano di cuore Elisabetta Motta, Antonella Carrabs e la Casa della Poesia di Monza.
https://www.lacasadellapoesiadimonza.it/il-bosco-bello-di-monza/

.

.

.

.

.

.

.

.

.

POETECA
Poesie pubblicate e/o registrate nel corso degli ultimi anni, interviste

>>> L’ultima foreste e La scuola del silenzio – °Il Manifesto°
>>> Una poesia tradotta in spagnolo – Centro Cultural Tina Modotti
>>> Null’altro – °Poesia Ultracontemporanea° [1 poesia]
>>> Estratti da Poesie creaturali – Iris News [9 poesie]
>>> La riserva e Giobbe – Blog letterario °La lepre e il cerchio° [2 poesie]
>>> Inediti su °Argo° – Poesia del nostro tempo[5 poesie]
>>> Un falegname di faglia – °Interno Poesia° [1 poesia]
>>> Da Arbogrammaticus – °Laboratori Poesia°[2 poesie]
>>> Vergine dei nidi – Google Books [13 poesie]
>>> Vergine dei nidi – Parco Poesia [7 poesie]
>>> Vergine dei nidi – Casa della Poesia di Monza [2 poesie]
>>> Vergine dei nidi – Rai Poesia di Luigia Sorrentino [6 poesie]
>>> Nido per animi leggeri – °Interno Poesia° [1 poesia]
>>> Versopolis – Il seme di dio / Seed of God [1 poesia, traduzione in inglese]
>>> Versopolis – Parola di Dogen / Says Dogen [1 poesia, traduzione in inglese]
>>> Canto miniato dei semi e delle foglie [1 poesia]
>>> Musica per le foreste – °Nuovi Argomenti° [4 poesie]
>>> Musica per le foreste – °Atelier°, gli artigiani della parola [3 poesie]
>>> Musica per le foreste – °Parco Poesia° [3 poesie]
>>> Musica per le foreste – °L’Estroverso° [3 poesie]
>>> Musica per le foreste – °Versante ripido° [3 poesie]
>>> Un quaderno di radici – °Nuovi Argomenti° [6 poesie]
>>> Un quaderno di radici – °Atelier°, gli artigiani della parola [2 poesie]
>>> Un quaderno di radici – °Parco Poesia° [2 poesie]
>>> Un quaderno di radici – °L’Estroverso° [3 poesie + Scrivere in versi è come fotografare]
>>> Un quaderno di radici – °Pioggia obliqua°, Scritture d’arte [4 poesie]
>>> Il canto del narvalo – Parallel Texts [1 poesia, traduzione in inglese]

Una stanza a Gerusalemme – °Nazione Indiana°
Ampi estratti dalla versione pubblicata nel 2009 dalle Edizioni Torino Poesia
>>> https://www.nazioneindiana.com/2009/07/19/una-stanza-a-gerusalemme/

Letture da Nova Silva Philosophica – Giornata Mondiale della Poesia
Radio Francigena [dal minuto 47.44]
>>> Fratus legge 4 poesie: Il tempo del legno, Autoritratto di paesaggio con gelso, La scuola del silenzio, Nuova Poesia Creaturale

Letture da Poesie creaturali – Archivio di Voices of Italian Poets
Università degli Studi di Torino, Laboratorio di Fonetica Sperimentale
>>> Poesie creaturali – Terra [durata 0.59]
>>> Poesie creaturali – Definizione di bianco lepre [durata 1.08]
>>> Poesie creaturali – I filosofi bianchi [durata 1.06]
>>> Poesie creaturali – L’ultima foresta [durata 1.01]
>>> Poesie creaturali – Ad un misterioso lettore [durata 0.52]

Circulo de Poesia (Mexico) |°Nueva Poesia Europea: Tiziano Fratus°
Tre componimenti tradotte in lingua spagnola da Alfredo Soto Guillén
Las manos de un vejo botanico sovietico en Valle Susa | Le mani d’un vecchio botanico sovietico in Valle Susa
Restos de estegosauro en San Giorgio | Resti di stegosauro sul San Giorgio
Utamaro a los pies del Monviso | Utamaro ai piedi del Monviso
>>> https://circulodepoesia.com/2018/03/nueva-poesia-europea-tiziano-fratus/

Ambasciatore della Voce – Poetry Sound Library
>>> Poesie creaturali – L’arca della distinzione [durata 1.07]

Ascolta su Youtube alcune poesie interpretate dall’autore
>>> Il seme di Dio [durata 0.47]
>>> Il seme del cammino degli alberi-elefante [durata 1.01]
>>> Il seme del tuono [durata 1.56]

Videopoemi realizzati da Kosmoki
>>> Autoritratto invernale [durata 0.35 minuti]
>>> Conversazioni col vento di Sud-Est [durata 1.16 minuti]

Conversazione – °ZEST – Letteratura Sostenibile°
>>> Intervista di Antonia Santopietro a Tiziano Fratus

Conversazione – °Rivista Clandestino°
>>> Intervista a Tiziano Fratus, Feltrinelli apre alla poesia

.