Il migrare lento nella vastità dell’Appennino

OGGI SU IL MANIFESTO

Nuovo numero dell’inserto ambientalista °Il gambero verde° e nuovo appunto di Tiziano Fratus: si parla di autori e silenzio, di autori e pauperismo e natura.

E nello specifico del romanzo Il silenzio coprì le sue tracce di Matteo Caccia (Baldini&Castoldi).

Buona lettura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.