Scopa di Jim Harrison

UN’ALTRA POESIA DEL GRANDE POETA AMERICANO

Jim Harrison
Una poesia da Songs of Unreason – Canti dell’irrazionalità (2011)
ora in The Essential Poems (2019, Copper Canyon Press)

.

.

Broom
Scopa

Per ricordarvi che siete vivi
visitate il cimitero di vostro padre
a mezzogiorno, dopo che avete fatto l’amore
e siete ancora inebriati dal profumo
mammifero che siete forzati ad adorare.
Sotto ogni pietra c’è la sorpresa ineluttabile
di qualcuno, la morte inattesa della sua biologia
che lotta duramente, come dev’essere.
Ora a casa senza guardarvi indietro,
abbastanza è abbastanza.
Lungo la strada acquistate il vino migliore
che potete permettervi e una dozzina
di scope dal manico di legno.
Deglutite e quindi gettate i mobili
fuori dalla finestra e iniziate a spazzare.
Pulite fino a che i muri siano
scrostati e fra i vostri piedi finché
i pavimenti scompaiano. Finite il vino
in questo campo d’aria, ritornate la sera
al cimitero e serpeggiate fra le pietre
una danza lenta del vostro nome,
visibile soltanto agli uccelli.

.

[Traduzione in lingua italiana a cura di Tiziano Fratus, venerdì 1 maggio 2020]