La vita è una poesia

ESTRATTO DA SHINRIN NOTO

«Non mi sono consegnato allo scrivere poesie, magari abbacinato dal desiderio pur comprensibile, d’issarmi nel catalogo dei poeti più grandi, i migliori, gli ultimi e definitivi; ho cercato di costruire la mia intera vita come una poesia, di fare del mio vivere quotidiano un atto poetico, ho cucito i margini di un piccolo mondo deposto fra la carta e la corteccia dove ascoltare le voci di madre natura, dove meditare, dove camminare nei boschi, dove rifocillare e scrivere. E dove praticare una via personale e silvatica, prevalentemente solitaria, nello zen, ovvero un bosco dove si nasce e rinasce, dove ci si perde e ci si riconquista, e dove i dubbi equiparano, quando non soverchiano, le certezze.»

Il brano è tratto dalla raccolta di 52 selve °Shinrin nōto – Appunti dalla foresta. Un percorso zen per spiriti selvatici°, composto da Tiziano Fratus in questo anno di pandemia e pubblicato dalle Edizioni dell’Eremo (studiohomoradix.com/shinrin-noto/)