Giona delle sequoie ~ Bompiani editore

«E così al termine del sesto giorno Iddio creò gli animali e gli uomini: popolò gli oceani e i mari, le pianure e le montagne, i laghi e i ruscelli; coniò la parola foresta e modellò le sequoie, i più grandi alberi che si potessero mai vedere sulla terra, così alti da sfiorare il cielo e così grandi da non essere paragonabili a nessuno dei grandi pesci che vivevano le profondità delle acque. Lo fece per sé stesso, a celebrazione del proprio ingegno, ma anche quale monito rivolto agli umani, che già sapeva diversi fra le altre creature del Creato» T.F.

UNA SEQUOIAIDE: IN CONTEMPLAZIONE FRA I PIU’ GRANDI ALBERI DEL PIANETA

Dal primo viaggio negli Stati Uniti, avvenuto a fine 2008, Tiziano Fratus ha iniziato a comporre un’opera che descrivesse la sua ammirazione per la grandiosità della natura, con particolare attenzione al mondo cucito intorno alle sequoie millenarie della California. Da allora si é impegnato nel progetto Giona delle sequoie. Anzitutto si è trattato di viaggi nei parchi della California, grazie anche al sostegno de «La Stampa» e di Fito-Consult di Varese, di cui è parte il reportage in otto puntate uscito nell’estate del 2013 sul quotidiano torinese dal titolo Fra i giganti del Nordamerica, nonché ulteriori articoli per Humbold Books, Bollettino della Società Italiana dei Viaggiatori, una puntata di «Wikiradio» (Rai Radio 3) dedicata alla figura di John Muir, il Mahatma di Yosemite, e diverse puntate della trasmissione «Nova Silva Philosophica» per Radio Francigena. Ora, finalmente, è sbocciato nelle librerie il frutto di tanto lavoro: il silvario Giona delle sequoie.

.

Esemplare di Homo Radix Sequoiarum

.

NEWS

Giona delle sequoie sboccia nelle librerie il 19 giugno 2019. Ne è editore Bompiani, collana Overlook, la stessa che ha già accolto I giganti silenziosi. Seguirà un tour di presentazioni. E’ possibile prenotarne una copia sui portali Giunti al Punto, Giunti Scuola, Amazon, Ibs, Libreria Hoepli e La Feltrinelli.

https://www.giuntialpunto.it/product/8845295168/libri-giona-delle-sequoie-viaggio-tra-i-giganti-rossi-del-nord-america-tiziano
https://www.scuolastore.it/it/book/giona-delle-sequoie
https://www.lafeltrinelli.it/libri/tiziano-fratus/giona-sequoie-viaggio-i-giganti/9788845295164
https://www.amazon.it/Giona-sequoie-Viaggio-giganti-America/dp/8845295168/
https://www.ibs.it/giona-delle-sequoie-viaggio-tra-libro-tiziano-fratus/e/9788845295164
https://www.hoepli.it/libro/giona-delle-sequoie/9788845295164.html

Anteprime: l’autore parla della sua nuova opera in uscita venerdì 14 giugno (ore 17), presso la Galleria Salamon Fine Art, in occasione dell’evento di chiusura della personale fotografica Arborgrammaticus. Titolo: Della Natura che amiamo, dialogo fra Mauro Garofalo, autore del western maremmano Il fuoco e la polvere (Frassinelli) e Tiziano Fratus. Una seconda anteprima ha luogo a Villa Olmo, a Como, in occasione dell’inaugurazione della mostra Arborgrammaticus, per il Festival ParoLario, giovedì 20 giugno(ore 17). Per questa occasione il settimanale L’Ordine, inserto culturale de La Provincia, ha dedicato una pagina alla genesi di Giona delle sequoie. Buona lettura.
>>> Locandina Della natura che amiamo, dialogo fra Mauro Garofalo e Tiziano Fratus
>>> Le sequoie custodi dell’anima del mondo – A proposito di Giona delle sequoie

John Muir Stamp

Il 21 aprile, anniversario della nascita di John Muir (1838), uno dei padri fondatori dei parchi nazionali Sequoia e Yosemite National Parks, è andata in onda su Rai Radio 3, per Wikiradio, una puntata innervata dalla voce di Tiziano Fratus. Ecco il podcast, buon ascolto e buone radici!

>>> http://www.wikiradio.rai.it/dl/portaleRadio/media/ContentItem-6555db84-d647-45ec-ac01-b0d6b4994faf.html

.

Giant Tree in Rockefeller Forrest, una cattedrale dello spirito – Humboldt Redwoods State Park

.

NELL’EDEN DEI GRANDI ALBERI

Un universo poetico e naturalistico che Tiziano Fratus, il cercatore di alberi secolari, l’Homo Radix, è andato ad attraversare, ad annusare, ad accarezzare e infine a raccontare. I viaggi non sono stati dedicati soltanto alla scoperta delle sequoie, sebbene di certo siano state le protagoniste: si sono incontrati i maggiori ficus della Baia di Moreton (Ficus macrophylla) del Nord America, a Los Angeles, San Diego e Santa Barbara, importati dall’Australia nella seconda metà del XIX secolo; i Bristlecone Pines (Pinus longeava), ovvero gli alberi più vecchi del pianeta con un’età superano i 5000 anni,come è stato poi raccontato nel volume Il libro delle foreste scolpite (Laterza). E ancora: gli spettacolari cipressi di Monterey (Cupressus macrocarpa), fra Big Sur, Punta Lobos (a Carmel, la cittadina dove è stato sindaco Clint Eastwood) e la penisola di Monterey, e infine, i Joshua Trees, gli alberi di Giosué (Yucca brevifolia) come li chiamarono i mormoni in viaggio nel deserto del Mojave, e che hanno ispirato il titolo di un celebre disco degli U2. Si sono attraversate le immense quercete di Los Padres e le sconfinate pinete della Shasta Trinity Forest. Durante il viaggio Fratus ha battezzato nel Lost Grove (Sequoia National Park) una sequoia, un esemplare spettacolare con un’enorme fessura alla base, un gigantesco ventre legnoso: Big Mother Bear, la Grande Madre Orsa.

.

Grizzly Giant, il protagonista arboreo di Mariposa Grove of Giant Sequoias – Yosemite National Park

.

IL LIBRO

GIONA DELLE SEQUOIE
Viaggio tra i giganti rossi del Nord America

Uscita nelle librerie: 19 giugno 2019
Editore: Bompiani | Collana: Overlook
Brossura con sovracoperta e inserto fotografico
320 pp, € 22.oo – ISBN 9788845295164

Un viaggio on the road che ricorda quello dei grandi poeti e scrittori della beat generation

Ci sono viaggi che ti portano là dove le tue radici risuonavano ben prima che tu arrivassi. In California Tiziano Fratus ha scoperto una terra dello spirito. Nel continente delle sequoie, la Sequoia Belt – una delle più grandi cattedrali naturali del pianeta insieme all’Amazzonia e alla foresta del Borneo – ha respirato il vento che l’oceano riversa tra i giganti rossi che popolano luoghi mitici quali Big Sur, Humboldt County, Jedediah Smith; ha deviato verso i luoghi sacri in Sierra Nevada, da Calaveras a Yosemite, da Mariposa alla Giant Forest, dal General Grant Grove a Montain Home. All’ombra di questi Eden verticali si spalancano le pagine di una storia leggendaria, fatta dalle imprese di uomini che hanno avuto un ruolo centrale nell’incredibile conquista di terre sconosciute: i primi avventurieri, i taglialegna, i cacciatori di grizzly, i guardiaparco, i conservazionisti e gli amanti della natura che hanno lottato per la loro salvaguardia inventando l’istituzione della riserva naturale così come oggi noi la conosciamo. E poi scrittori, poeti, fotografi e artisti che si sono lasciati ispirare dal canto di una Madre Natura esuberante e gargantuesca.

.

MATERIALI

>>> Giona delle sequoie – Scheda Bompiani editore
>>> Giona delle sequoie – Scheda Giunti editore
>>> Giona delle sequoie – Copertina del volume
>>> Giona delle sequoie – Quarta di copertina
>>> Giona delle sequoie – Alette, presentazione e autore
>>> Giona delle sequoie – Estratto dall’inserto fotografico 1
>>> Giona delle sequoie – Estratto dall’inserto fotografico 2
>>> Giona delle sequoie – Estratti, Google Libri
>>> Giona delle sequoie – Autoritratto con la prima copia 1
>>> Giona delle sequoie – Autoritratto con la prima copia 2
>>> Giona delle sequoie – Autoritratto con la prima copia 3
>>> Le sequoie custodi dell’anima del mondo – L’Ordine, La Provincia
>>> Tiziano Fratus in viaggio con Giona delle sequoie – Corriere della Sera
>>> Uomo radice come Tiziano Fratus il dendrosofo – L’Eco di Bergamo
>>> Scuola di educazione narrativa del Gruppo Abele – Giona delle sequoie
>>> Il cacciatore di piante, Giona delle sequoie – Rivista Fito-Consult #97

.

NE HANNO DETTO O SCRITTO

«Le imminenti novità dell’autore bergamasco sono due: in maggio, da Bolis Edizioni, Arbogrammaticus. Esercizi di eucarestia arborea e a giugno Giona delle sequoie. Viaggio tra i giganti rossi del Nord America (Bompiani). Come Fratus si sente lo ha svelato su Facebook: “Dieci anni di passione, viaggi, ricerche, perlustrazioni, scritture. Prima il volume che abbraccia 20 anni di dedizione alla poesia, poi questo silvario, Giona delle sequoie, un sogno che faticosamente e lentamente ha preso forma, il libro che fra le altre cose ti rappresenta al meglio”» Davide Sapienza – Corriere della Sera

«Per Tiziano Fratus, scrittore e cercatore d’alberi, foreste e boschi sono la culla della sua dimensione poetica. Un percorso cominciato mentre si trovava a Big Sur, in California, luogo d’elezione di grandi personaggi della letteratura […] A giugno sarà pubblicato da Bompiani Giona delle sequoie: “Non è solo un diario di viaggio ma il frutto di una lunga ricerca sui luoghi e sulle persone.  E’ una storia molto avventurosa quella della California, dove sono nati i primi parchi nazionali e hanno vissuto personaggi quasi mitologici, come John Muir, esploratore, divulgatore, uno dei fondatori del Sierra Club, Walt Whitman, Henry David Thoreau, e Galen Clark, il primo ranger del parco di Yosemite. Un’epica che andava raccontata”» Intervista di Claudia Apostolo – Dislivelli

«Seconda giornata de “I libri per strada” in piazza Luni a Sarzana. Alle 18.30 si terrà l’incontro con Tiziano Fratus per Arborgrammaticus: il respiro del grande albero […] Nessuno conosce gli alberi come Tiziano, attraverso i suoi libri ci aiuta a scoprire gli alberi e i boschi d’Italia […] Il suo prossimo libro in uscita nel mese di giugno è Giona delle sequoie. Viaggio tra i giganti rossi del Nord America, sarà pubblicato da Bompiani» Città di Sarzana News

«Il ritorno di Tiziano Fratus per presentare la sua mostra Arborgrammaticus e le sue nuove opere Poesie creaturali e Giona delle sequoie» Lorenzo Canali – Ciao Como

.

Estratto: «Esistono quattro punti cardinali che guida il cercatore di sequoie giganti: uno è Calaveras, nell’omonima contea; uno è Mariposa, a sud di Yosemite Valley; quindi la Giant Forest, nel Sequoia National Park; infine Grant Grove, nel Kings Canyon. È qui che riposano gli antichi padri della terra, di questa e di tutte le terre di mezzo esistenti e possibili. Avere, nella vita, la possibilità di visitarli insieme, nel volgere di una piccola rosa di giorni, è un privilegio. Equivale, per un amante della natura, al pellegrinaggio che almeno una volta nella vita ogni mussulmano deve fare per arrivare alla Mecca, o che l’induista sceglie di affrontare per purificarsi nelle acque del Gange, a Benares. M’immergo nel paesaggio, raggiungo i contenitori della vita, totem che uniscono la materia di cui siamo fatti, la terra e il cielo. È qui, mi chiedo, che si raccolgono le anime di coloro che non ci sono più? Forse l’anima di un mio avo risiede nel Grizzly Giant. Forse un altro spirito ha trovato riparo nelle radici di uno dei sapienti silenziosi della Giant Forest. O forse no. Ma alla fine è meglio credere, che non credere affatto.»

.

L’architettura sontuosa di General Lee Tree in Giant Forest – Sequoia National Park

.

IL REPORTAGE GIORNALISTICO – LA STAMPA

Tra i giganti del Nordamerica – Le otto puntate del reportage uscito sulle pagine del quotidiano La Stampa

– All’ombra dei due ficus una California “slow” (venerdì 9 agosto 2013)
>>> leggi lo speciale n° 1
Big Sur, dove i sogni sono alti come sequoie (domenica 18 agosto 2013)
>>> leggi lo speciale n° 2
Il Solitario nella nebbia sulla rocca di Pebble Beach (mercoledì 21 agosto 2013)
>>> leggi lo speciale n° 3
Naufragare nell’altezza delle titaniche sequoie (venerdì 23 agosto 2013)
>>> leggi lo speciale n° 4
Così vado a caccia di sequoie nel Paradiso Verticale. Intervista a Michael Taylor (martedì 27 agosto 2013)
>>> leggi lo speciale n° 5
Lungo la Avenue of the Giants tra sequoie e alberi-caverna (venerdì 30 agosto 2013)
>>> leggi lo speciale n° 6
Quando il cacciatore di grizzly scoprì i grattacieli verdi (lunedì 2 settembre 2013)
>>> leggi lo speciale n° 7
Salire a oltre 3 mila metri nell’Olimpo delle Conifere (martedì 10 settembre 2013)
>>> leggi lo speciale n° 8

.

La magnificenza e l’immensità di General Sherman, la più grande sequoia del mondo – Giant Forest

.

ALTRI MATERIALI

bollettino_2014Mettendo radici. Gli alberi più antichi del pianeta

Reportage di Tiziano Fratus pubblicato nel Bollettino 2014 della Società Italiana dei Viaggiatori (Firenze)

>>> preview del °Bollettino 2014°

Gli alberi secolari della contea di Humboldt, rubrica «Travelers» di Humboldt Books (Milano)

I grandi alberi e la natura della California sono nuovamente protagonisti della scrittura di Tiziano Fratus, che questa volta si è dedicato alle sequoie avvistate e documentate nella contea di Humboldt. Humboldt Books è una casa editrice milanese specializzata in splendidi libri di viaggio da tutto il mondo: fra i titoli pubblicati Tutta la solitudine che meritate. Viaggio in Islanda di Claudio Giunta e Giovanna Silva, Narciso nelle Colonie. Un altro viaggio in Etiopia di Vincenzo Latronico ed Armin Linke, Sacro romano GRA.  Persone, luoghi, paesaggi lungo il Grande Raccordo Anulare di Nicolò Bassetti e Sapo Matteucci.

>>> leggi lo speciale Gli alberi secolari della contea di Humboldt

Intervista a «L’ITALO-AMERICANO», il quotidiano della comunità italiana della West Coast, dal 1908
>>> Intervista a Tiziano Fratus | L’Italo-Americano del 12 novembre 2015

.

sequoia_bee_fratus

LE SEQUOIE D’ITALIA

Il lavoro di perlustrazione del territorio italiano ha condotto Tiziano Fratus a individuare parenti giovani delle sequoie millenarie californiane, incontrando gli esemplari messi a dimora nelle diverse regioni italiane dalla fine degli anni Quaranta del XIX secolo agli inizi del Secolo Breve.

>>> Le Sequoie d’Italia: itinerari cuciti da Tiziano Fratus, regione per regione